100 metri velocissimi: duello Powell-Gatlin, con loro Carter e Lemaitre

Set 4, 2014 | Atletica | 0 commenti

Una delle gare copertina della 44esima edizione del RietiMeeting in programma domenica 7 settembre sarà ancora una volta quella dei 100 metri. Sarà un duello infuocato quello tra Asafa Powell, padrone della specialità prima dell’era Bolt, che a Rieti nel 2007 ottenne il primato mondiale di 9”74 e il capolista mondiale del 2014, lo statunitense Justin Gatlin (9”80 il 3 luglio scorso a Losanna). Powell ha ripreso subito confidenza con la pista correndo in 9”87 il 23 agosto ad Austin (Texas) e sicuramente darà del filo da torcere al rivale. Lecito attendersi un crono di altissimo livello, che potrebbe rivoluzionare le liste annuali.
Atteso protagonista anche il francese Christophe Lemaitre personale di 9”92, due argenti (100 e 200 metri e un bronzo nella staffetta agli ultimi Europei di Zurigo) che a Rieti ha sempre ottenuto ottimi tempi. Assiduo frequentatore del rettilineo reatino è il ventinovenne giamaicano Nesta Carter, che nel 2010 proprio al Guidobaldi ha ottenuto il personale di 9”78. Bronzo ai mondiali di Mosca 2013, quest’anno ha corso 9”96 a Stoccolma il 21 agosto.
Attendendo i responsi della seconda finale di Diamond League che domani sera andrà in scena a Bruxelles e che potrebbe apportare novità sulle liste del RietiMeeting, ecco gli altri sprinter inseriti ad oggi nella doppia serie (in programma alle 17.03) che qualificherà alla finale (prevista alle 18.12): ci saranno i due azzurri Delmas Obou e Michael Tumi, oltre allo statunitense Ryan Bailey (personale di 9”88 ottenuto a Rieti nell’edizione del quarantennale, eguagliato col quinto posto ai giochi olimpici di Londra 2012), Warren Fraser (Bah), Rasheed Dwyer (Jam), Jaques Harvey (Jam), Yazaldes Nascimento (Por) e Serhiy Smelyk (Ukr).

Ad aprire alla grande il programma tecnico del RietiMeeting inserito nel circuito Iaaf World Challenge sarà una grande gara del lancio del martello, sabato 6 settembre dalle 17 (evento a ingresso gratuito). I giganti della specialità si sfideranno su una pedana che ha sempre regalato grandi lanci ai suoi protagonisti.

Tutto il Meeting in anteprima nella conferenza stampa di sabato 6 settembre

Sarà ospitata dalla nuova sede del Coni Point di Rieti la conferenza stampa di presentazione del RietiMeeting 2014. Appuntamento a sabato 6 settembre alle ore 12, un’ora dopo l’inaugurazione degli uffici del comitato olimpico provinciale al quarto piano della Torre A del Centro Commerciale Perseo, in largo Florenzo Spadoni. All’incontro con la stampa – in cui il direttore del RietiMeeting Sandro Giovannelli presenterà i grandi protagonisti delle diciassette gare in programma nel pomeriggio di domenica 7 settembre – parteciperanno il presidente del Coni Lazio Riccardo Viola, il delegato Coni di Rieti Andrea Milardi e il sindaco di Rieti Simone Petrangeli.

Novità nel programma, raddoppiano le gare degli 800 metri

E’ ormai consuetudine che il mezzofondo veloce faccia tappa a Rieti per segnare alcune tra le prestazioni migliori dell’anno, spesso le migliori in assoluto. Ed è per questo che sono in tanti a chiedere una corsia per tentare a Rieti di superare i propri limiti. Così per Sandro Giovannelli le liste si gonfiano soprattutto nel doppio giro di pista, che con Rudisha ha visto festeggiare nel 2010 il primato mondiale di 1’41”01. Appuntamento alle 17.23 e alle 17.29 per le finali B degli 800 femminili e maschili, e alle 17.51 e 17.57 per le due finali A.

Manuela Mennea a Rieti assisterà ai 300 metri dedicati a Pietro
Ci sarà anche Manuela Mennea ad applaudire la gara dei 300 metri, inserita nel 2013 in memoria dello sprinter di Barletta. Mennea per ben 11 volte ha gareggiato al Meeting di Rieti, vestendo anche la maglia della società atletica locale, e stabilendo nel 1979 la migliore prestazione mondiale su questa distanza atipica col tempo di 32”23. Un anno fa proprio dai 300 metri arrivò il primato del Meeting più atteso, grazie al giamaicano Rusheen Mcdonald autore del primato mondiale stagionale di 31″97.

Gibilisco non smette di “volare”

Dopo l’eliminazione in qualificazione agli Europei di Zurigo, Giuseppe Gibilisco aveva annunciato il suo ritiro, affermando ai microfoni della Rai che quella sarebbe stata l’ultima tappa di una splendida carriera sportiva (oro mondiale, bronzo olimpico, record italiano).
Poi ci ha ripensato, si è ricordato dell’accoglienza che Rieti gli dedicò l’anno della vittoria mondiale a Parigi (2003), con tanto di tribuna tirata su in fretta e furia e battezzata con il suo nome, e ha chiamato personalmente Sandro Giovannelli esprimendo il desiderio di poter saltare per l’ultima volta a Rieti. Desiderio accolto con gioia dal direttore del RietiMeeting che ha subito pensato a come fare per organizzare qualcosa di speciale per il campione.
Detto e fatto: Gibilisco è amante del volo, Rieti è la casa del volo silenzioso e le due cose hanno portato a organizzare un volo in aliante “personalizzato” proprio per Gibilisco che appena gli è stata comunicata la notizia al telefono ha commentato: “Eccezionale!”.
Sabato mattina all’aeroporto di Rieti l’aliante del comandante Luigi Aldini eseguirà un volo sulla città con a bordo un passeggero di eccezione. Una staffetta ideale tra le due eccellenze sportive reatine: il Meeting e il volo a vela, che il prossimo anno ospiterà proprio a Rieti i campionati europei.
Sabato Gibilisco vedrà esaudito il suo desiderio di volo, domenica proverà a volare per l’ultima volta sulla pedana del “Guidobaldi” e per l’occasione la famosa “tribuna Gibilisco”, ospiterà uno striscione di ringraziamento da parte di Rieti.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi