COMUNE CHIUDE AI SINDACATI: PER CGIL, CISL E UIL “RIETI SENZA FUTURO”

Ago 18, 2015 | Politica | 0 commenti

RIETI – Le segreterie confederali provinciali di Rieti di CGIL CISL UIL, in relazione alla predisposizione del BILANCIO PREVENTIVO 2015 del Comune di Rieti, condannano lo stato delle relazioni industriali in essere con l’Amministrazione comunale del capoluogo.

Su tale argomento, infatti, fanno presente che dal Comune stesso in data 6 agosto 2015 era pervenuto un file di 699 pagine contenente i SOLI DATI NUMERICI del BILANCIO PREVENTIVO, senza una scheda di commento né relazione accompagnatoria.

Quanto sopra, denota la totale indisponibilità dell’attuale Amministrazione Comunale di Rieti a voler intessere con i sindacati confederali un autentico percorso di collaborazione (nella reciprocità di posizione), annunciato solo a parole ma, di fatto, eluso totalmente; infatti, il citato invio delle 699 pagine, connota un insulto alla intelligenza delle stesse organizzazioni che, come detto, a giudizio dell’Assessorato, dopo aver letto tutti i numeri delle singole schede, avrebbero dovuto trarre idee e proposte operative.

Il tutto palesa, altresì, una insipienza progettuale che preoccupa davvero per il futuro del Comune Capoluogo perché, ancora una volta, la Giunta Municipale di Rieti non appare in grado di articolare una manovra tale da prevedere, anche e soprattutto, un benché minimo progetto di sviluppo della città.

Più in particolare, il Sindaco e l’Assessore Bigliocchi continuano a sottrarsi dall’illustrare analiticamente la destinazione delle risorse introitate.

La stessa annunciata tassa di soggiorno (di minima entità come introito reale), non serve a nulla se sul turismo non si investe in maniera organica e non episodica, come pure la tassa per lo sfruttamento del sottosuolo (a carico delle società erogatrici di servizi) potrebbe fungere da deterrente verso le società medesime nel processo di ammodernamento del capoluogo e delle stesse frazioni.

CGIL CISL UIL insistono, invece, per reclamare una lotta costante nei confronti dell’evasione fiscale e l’applicazione del criterio di progressività sul versante dell’applicazione delle aliquote, fin troppo elevate e ormai al massimo (e non dimenticando la prevista riarticolazione della tassa sui passi carrabili e simili).

E sono davvero preoccupate per la situazione dei SERVIZI SOCIALI in genere (EX MANNI, Assistenza e trasporto ALUNNI SCUOLA SUPERIORE DISABILI che a settembre cesserà, SERVIZIO SCUOLABUS in dismissione, SERVIZI CIMITERIALI considerati da esternalizzare), per la problematica-GESTIONE DEL MATTATOIO (con i continui affidamenti a cooperative dal futuro assai precario), come pure per ciò che concernono i rapporti con ASM (Bilancio ancora da approvare, riduzione Cda, impugnazione transazione sul debito, non dimenticando la qualità del servizio erogato, con la città sempre più trascurata nella pulizia globale e che dà l’idea, specie in alcuni quartieri o nelle stesse frazioni, di vero abbandono), mentre attendono di conoscere quali siano i criteri per ridurre le consulenze e le spese legali, quale sia la necessità a livello di dirigenti e quali caratteristiche di reclutamento verranno applicate.

Per il resto, CGIL CISL UIL hanno già fornito al Comune e alla stessa Regione Lazio, i dieci punti principali su cui impostare il rilancio del territorio comunale e provinciale: e invece, un siffatto confronto sul Bilancio di previsione 2015 (MA NON SOLO), dimostra che l’attuale Amministrazione Comunale di Rieti, nel suo ‘non fare’, procede giorno per giorno, navigando più o meno a vista, evidenziando una incapacità a gestire il presente e, quindi, lo stesso futuro.

Perché un Comune capoluogo che delega alla Regione la decisione sul completamento della Rieti-Torano (col rischio di perdere lo stanziamento in essere), mentre sul raddoppio ancora possibile della Salaria per Roma fa finta di niente e tergiversa, guardando altrove; un Comune capoluogo che non decide sul RECUPERO DELLE EX AREE INDUSTRIALI (compresa la bonifica integrale delle residue) oppure strizza l’occhio al privato amico di turno; un Comune capoluogo che non prende posizione sul problema-ACQUA PUBBLICA; un Comune capoluogo che rimane passivo sul possibile progetto di rilancio del TERMINILLO; un Comune capoluogo che subisce le penalizzazioni regionali sul versante del TRASPORTO PUBBLICO: un Comune di Rieti così gestito impone un cambio di passo nel modo di amministrare.
CGIL CISL UIL riconfermano la piena disponibilità a un confronto ad ampio raggio che, ripartendo proprio dal Patto per Rieti del 22 febbraio 2014, porti a una programmazione seria e continuativa per il futuro della città che merita di tornare il centro di riferimento della provincia sabina.

CGIL RIETI-ROMA E.V.A. CISL ROMA CAPITALE E RIETI UIL RIETI
fto W. FILIPPI fto P. MANCINI fto A. PAOLUCCI

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi