“CON LA SCUSA DELLE SCUOLE SICURE, SPECULAZIONE EDILIZIA A FAVORE DEEL PRIVATO”

Lug 25, 2021 | Politica | 0 commenti

Non sorprende la fretta con cui l’amministrazione comunale tenta di avviare l’iter per ricostruire le scuole Minervini-Sisti, vulnerabili sismicamente come la maggior parte delle scuole di Rieti, nell’area antistante il supermercato Perseo: le promesse di ricostruzione fatte alla cittadinanza prima e dopo le elezioni del 2017 non sono state mantenute e le elezioni si avvicinano di nuovo, è necessario costruire argomenti da spendere nella campagna elettorale già partita.

Ma per NOME Officina Politica gli interessi di rielezione dell’attuale maggioranza non possono essere perseguiti consumando le risorse della città e scambiando una speculazione edilizia per un’operazione di ricostruzione di un distretto scolastico, ci sembra che nella soluzione proposta dall’assessore ai lavori pubblici gli interessi della cittadinanza non siano pienamente rappresentati e che la soluzione proposta abbia molte lacune.

Noi di NOME crediamo sia giusto ricostruire e riteniamo adeguato il sito proposto.

Crediamo però che l’intervento, per produrre una soluzione efficace, sicura e di lungo termine, e non creare ulteriori problemi di sicurezza e vivibilità del quartiere, debba essere esteso a tutta l’area dell’ex parco di viale Matteucci, da via Verani a via dello Sport di fronte alla questura. Non è possibile pensare di risolvere i nodi del traffico e della fruibilità dell’area, che sarebbero ulteriormente appesantiti dalla presenza di due scuole, intervenendo solo su una parte di essa e permettendo contemporaneamente l’edificazione di immobili residenziali sulla restante parte.

Non condividiamo l’idea dell’amministrazione comunale di seguire la strada dello scambio di concessioni edilizie per porzioni di terreni posseduti da privati. Su quei terreni ad oggi non si può costruire, non è interesse della città concedere permessi di costruzione a privati sacrificando la possibilità di eseguire un intervento di riqualificazione urbana già necessario oggi e che non sarà più rinviabile quando saranno costruite le scuole.

L’urbanistica contrattata in questi casi non ha alcuna possibilità di risolvere le problematiche del quartiere e offrire una soluzione efficace rispetto ai bisogni della città.

Per NOME la strada da seguire è quella dell’esproprio dei terreni, che essendo attualmente aree verdi hanno un costo di esproprio sostenibile rispetto ai fondi della ricostruzione disponibili, e di una attenta progettazione urbanistica che si occupi di riqualificare la viabilità e reintegrarla in quella generale, ricollegare il centro commerciale al tessuto urbano della città, bonificare un’area verde abbandonata e profondamente degradata e offrire alle nuove scuole una collocazione che ne massimizzi la fruibilità e non ne condizioni la progettazione. Ogni soluzione alternativa è pura speculazione edilizia e consumo di suolo e non raggiungerà alcuno degli obiettivi che è necessario porsi in questo contesto.

 

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi