DE LELLIS, PRONTO SOCCORSO: 45MILA PAZIENTI NEL 2014

Mag 20, 2015 | Altre Notizie | 0 commenti

In occasione della Settimana nazionale del Pronto soccorso, questa mattina si è svolta presso l’Ospedale de’ Lellis una iniziativa finalizzata a promuovere un uso responsabile del Pronto Soccorso e quindi a far capire meglio ai cittadini come funziona l’emergenza sanitaria e come utilizzare in maniera corretta questo prezioso servizio. I Pronto Soccorso e Punti Primo Intervento, di fatto, rappresentano la “porta sempre aperta” per far fronte all’emergenza sanitaria ed essendo facilmente accessibili, 24 ore su 24 dalla popolazione, accolgono non solo le gravi emergenze, ma anche una grande varietà di casi sanitari, di differente complessità, e anche molte emergenze sociali, come le gestione dei casi di abuso, degli anziani fragili, delle persone senza fissa dimora e così via.

E’ quindi importante ricordare che il compito principale del Pronto soccorso, è quello di garantire una risposta assistenziale istantanea per le emergenze e rapida per le urgenze vere. Lo scorso anno, i pazienti trattati nella Medicina d’urgenza di Rieti ed Amatrice sono stati circa 45mila, che significano oltre 120 accessi al giorno. All’ inizio di quest’ anno, quando tutti i PS d’Italia hanno dovuto fronteggiare l’ epidemia influenzale più pesante dell’ ultimo decennio, la nostra Azienda ha risposto con l’ approntamento di un Piano di gestione del sovraffollamento che ha permesso di ottenere la migliore performance in termini di qualità e tempi di attesa di tutto il Lazio. Nel primo quadrimestre di quest’anno abbiamo avuto 12mila 500 accessi, con il 5,8% di codici rossi e il 36% di codici gialli, con tempi di attesa medi per i secondi (i codici rossi non attendono) di 71,1 minuti e 90,2 per i terzi. “

E necessario promuovere un uso responsabile del Pronto Soccorso e quindi, far capire meglio ai cittadini come funziona l’emergenza sanitaria e come utilizzare in maniera corretta questo prezioso servizio –spiega il direttore generale della Asl Laura Figorilli. Sappiamo perfettamente che ci sono criticità e le stiamo affrontando secondo un programma di interventi già avviato. Si cerca di diminuire il disagio dei pazienti in attesa con i 10 posti di OBI ed i 2 di Medicina d’Urgenza. Sono stati acquistati nuovi ausili (barelle). L’ organico medico è stato implementato con l’ arrivo di 2 medici con contratto libero professionale. Se necessario, il Servizio Aziendale Professioni Sanitarie provvede rapidamente all’ invio di personale in sostituzione. Per poter meglio accogliere e curare i pazienti e’ allo studio un ampliamento dei locali del Pronto Soccorso. Sono stati messi in atto dei percorsi “see and treat” (vedi e tratta) gestiti direttamente dal personale infermieristico per le patologie a minor impatto e non ultimo –conclude Figorilli- è in programma l’avvio di un progetto per aumentare il tasso di qualità percepito dei servizi di accoglienza e gestione dell’attesa, con il coinvolgimento del Volontariato.

All’iniziativa, promossa dalla Simeu (Società Italiana della Medicina di Emergenza-Urgenza), in collaborazione con il Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva, hanno partecipato il direttore sanitario Marilina Colombo, il direttore del PS Flavio Mancini, la Consigliera regionale Simeu Rita Bonfini e in rappresentanza del Comparto, l’infermiera professionale Lorenza Iachettini. Significativa la presenza dei rappresentanti delle Associazioni di volontariato della provincia

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi