FEDERLAZIO, SUCCESSO PER IL SEMINARIO SU COME CAMBIERA’ LA NORMATIVA SULLA PRIVACY

Apr 18, 2018 | Altre Notizie | 0 commenti

Si è svolto oggi, nella sede della Federlazio di Rieti, il seminario “Il nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione Dei Dati personali: Tredici anni dopo, dal Decreto legislativo numero 196/2003 alla normativa europea (2016/679), molti aspetti saranno adeguati. Per il 25 maggio è fissata la scadenza l’introduzione della nuova normativa.

Il seminario, organizzato a tal fine, ha registrato una notevole presenza di pubblico (prenotati tutti i posti disponibili), vista l’attualità e visto l’interesse delle aziende coinvolte ai cambiamenti del nuovo Regolamento UE 2016/679, che sarà applicato direttamente in tutti i paesi dell’Unione Europea e andrà a sostituire l’attuale Codice della Privacy (Dlgs 196/2003) oggi vigente in Italia. E’ lampante, quindi, che tutte quelle aziende dovranno farsi trovare pronte entro quella data. Da qui l’impellenza da parte di Federlazio di organizzare l’evento.

All’incontro in via Sanizi sono intervenuti Massimo Angelelli (NDesign srl), Lamberto Liberati (Leonardo srl), l’avvocato Maurizio Prosseda (Esperto Privacy – 231/01). Oltre, ovviamente, al direttore di Federlazio Rieti, Davide Bianchino, in veste di moderatore.

“Il Regolamento – fanno sapere da Federlazio – introdurrà regole più chiare e semplici in materia di informativa e consenso, puntando a garantire maggiori tutele per i cittadini in maniera omogenea in tutta l’Unione, sebbene ogni Stato possa integrare i contenuti del regolamento. Il nuovo regolamento diventerà immediatamente applicabile senza bisogno di essere recepito con provvedimenti nazionali: avremo quindi un testo unico valido in tutti i paesi UE che mirerà a rendere omogeneo ed elevato il livello di protezione dei dati personali e a favorire la circolazione degli stessi all’interno dell’Unione Europea”.

Gli esperti intervenuti al Seminario hanno fatto che si che tutti i dubbi sugli adempimenti previsti dal nuovo regolamento UE venissero sciolti. Molto utile, a questo proposito, la fase del question time, quella delle domande agli esperti: in cui sono stati affrontati e spiegati i casi specifici di realtà aziendali più o meno complesse.

L’informativa ed il consenso saranno gli aspetti che più di tutti subiranno cambiamenti. “Viene esclusa ogni forma di consenso tacito oppure raccolto attraverso la presentazione di opzioni già selezionate. Il consenso potrà inoltre essere revocato in ogni momento” specifica la nota della Federlazio, che, lo ricordiamo, è uno dei principali attori nel mondo della rappresentanza imprenditoriale regionale e che da anni accompagna i suoi soci verso la crescita, lo sviluppo e consolidamento.

Novità anche sul «diritto all’oblio», il diritto ad ottenere la cancellazione dei propri dati personali, anche on line, da parte del titolare del trattamento, qualora ricorrano alcune condizioni previste dal Regolamento.

Tra le possibilità introdotte anche quella che permette il trasferimento dei dati da un titolare del trattamento ad un altro (la portabilità).

“Saranno necessarie valutazioni d’impatto sulla protezione dei dati, o Privacy Impact Assessment in caso di trattamenti rischiosi e verifiche preliminari per diverse circostanze da parte del Garante. Si valicherà peraltro – precisa il comunicato – la prassi di notificazione all’autorità, con notevole semplificazione per le attività d’impresa plurinazionali”.

Il Data Protection Officer (DPO), il responsabile della protezione dei dati, che rappresenta una nuova figura nel panorama italiano, e che verrà introdotta proprio dal nuovo Regolamento UE.

Per agevolare l’adeguamento alle nuove norme Federlazio ha stipulato una convenzione con alcune Società di servizi specializzate. Come spiega il Direttore di Federlazio Rieti Davide Bianchino.

“Con il nuovo Regolamento le imprese potranno beneficiare di semplificazioni ma avranno anche più responsabilità, ed in caso di inosservanza delle regole saranno previste sanzioni, anche elevate. È importante quindi studiare tempestivamente l’impatto dell’applicazione del nuovo Regolamento sulla propria realtà lavorativa. Questo Seminario è stato utile per le imprese per avere un primo approccio con la materia e capire per tempo come attrezzarsi, in vista della scadenza del 25 maggio. Grazie poi alla convenzione che abbiamo stipulato con Società specializzate, le aziende associate potranno ricevere assistenza gratuita ed avere la garanzia di tariffe scontate. Anche questa rientra tra le tante nuove Convenzioni che stiamo mettendo in campo per le aziende”.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi