MONTEBUONO: INAUGURATA SEDE SERAR

Mag 26, 2015 | Politica | 0 commenti

E’ stata inaugurata ieri, a Montebuono, la nuova sede dell’associazione dei comuni della provincia di Rieti SER.A.R. L’associazione è nata nel 2007 alla stregua di quelle già costituite nel 2004 in provincia di Frosinone (SER.A.F.) e in provincia di Latina (SER.A.L.) sposando un modello che viene denominato Organizzazione Territoriale, oggi utilizzato in altre regioni italiane come la Toscana e la Puglia.

La sede è stata concessa dal Comune di Montebuono (che attualmente detiene la presidenza dell’Associazione Ser.a.r.) all’interno della struttura polifunzionale, sita in via Roma, realizzata con un finanziamento concesso dal Gal Sabino.

Nello stesso progetto, presentato con grande orgoglio dal sindaco uscente Dario Santrori anche il consolidamento del percorso dell’ippovia che servirà per dare nuovo impulso al turismo a cavallo, tipico del territorio Sabino.

Nella stessa struttura anche un ufficio informativo per il turismo in Sabina e uno spazio ampio, coperto, per accogliere manifestazioni, eventi, mostre e convegni.

La sede di SER.A.R. ospiterà anche un Laboratorio di Marketing territoriale aperto ai giovani del reatino, uno dei primi costruiti dai 14 comuni associati, che da diverso tempo opera già in rete con tutti quelli costituiti nelle altre Associazioni di Comuni del Lazio. All’interno del Laboratorio di Montebuono è attiva, infatti, la prima Associazione giovanile costituita in seno a SER.A.R., denominata “Laboratorio Sabina”. L’associazione giovanile è costituita da laureati che hanno seguito diversi percorsi di formazione, tutti accomunati dall’utilizzo di una metodologia particolare: la formazione intervento, applicata nella realizzazione di progetti di ottimizzazione dei servizi al cittadino e alle imprese e di progetti di sviluppo locale.

Il sindaco di Montebuono Dario Santori ha voluto così concludere il suo secondo mandato come primo cittadino del paese e come presidente dell’Associazione SER.A.R.. “Mi sono sempre battuto per mettere assieme i Comuni della Sabina – ha detto Santori – ed essendo contestualmente il presidente di SER.A.R. e del Consorzio dell’Agroforonovano, ho fatto in modo che le due compagini si integrassero, perché credo nella forza dell’unione”.

Come ricordato da Salvatore Paruta di Impresa Insieme, società che svolge il ruolo di assistenza tecnica di SER.A.R., proprio grazie a questo sostegno i Comuni dell’Associazione sono passati, in cinque anni, da tre a 14 ed altri se ne vanno aggiungendo. Il professor Renato Di Gregorio, che ha messo a punto il modello dell’Organizzazione Territoriale, ha sottolineato l’importanza di una struttura e di una cultura siffatta per dare la possibilità ai giovani del territorio di credere nella possibilità di lavoro imprenditivo a favore della valorizzazione del territorio e delle conseguenti opportunità di attrazione turistica. “Oggi – ha detto Di Gregorio – possiamo contare su un gruppo di giovani preparati che hanno avuto il coraggio di costituire una associazione giovanile che comincia a funzionare, che fa progetti, che supporta le amministrazioni locali nelle politiche di sviluppo e che reperisce i suoi membri utilizzando con intelligenza l’opportunità del programma di finanziamento Torno Subito per acquisire e preparare nuovi colleghi con cui lavorare. La missione di Impresa Insieme è proprio quella di fare da spin off alla creazione di queste nuove realtà imprenditoriali locali. Questi ragazzi non hanno avuto sussidi e finanziamenti, ma si sono fatti strada da soli con la forza della volontà e dell’impegno professionale e con l’umiltà di imparare facendo. Tra loro: architetti, laureati in lettere, in comunicazione, in pianificazione ambientale, ma tutti pronti e preparati a lavorare insieme”.

L’onorevole Oreste Pastorelli, che ha tagliato il nastro di apertura della struttura polivalente e ha partecipato al convegno di SERAR, ha plaudito l’esperienza maturata e ha confermato che oramai non si può fare più niente da soli, che l’associazionismo diventa una soluzione obbligata e che, superato il miraggio dell’industrializzazione come occasione di occupazione, ora solo la valorizzazione dell’ambiente, dell’agricoltura, del turismo sostenibile diventa condizione di occupazione intelligente e preparata, motivo di trattenimento dei giovani sul territorio.

Il sindaco di Torri Fausto Concezzi che ha preso parte al convegno ha affermato che senza la costituzione di SER.A.R. tante cose e tanti progetti non sarebbero stati possibili: “Se adesso abbiamo siti web tutti simili e finanziati da risorse europee – ha detto Concezzi – lo dobbiamo alla nostra segreteria e adesso a lei chiediamo di aiutarci nel mettere assieme i servizi e razionalizzare i procedimenti così da ridurre ulteriormente i costi e aumentare la qualità dei servizi ai cittadini”.

Don Enzo Chierchi, parroco del comune di Montebuono, ha chiosato la manifestazione con il richiamo alla torre di Babele: “Prima dello Spirito Santo ognuno parlava lingue diverse e nessuno più si capiva, quando lo Spirito Santo parlò si espresse in un modo solo, ma tutte le genti, di tutte le lingue lo capirono nella loro lingua”.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi