“RICOSTRUIAMO AMATRICE”, IL FOCUS SULLO STATO DELL’ARTE DEGLI INGEGNERI DI RIETI

Gen 12, 2024 | News | 0 commenti

Si è tenuto ieri presso l’Auditorium della Laga ad Amatrice il Seminario “RicostruiAMO AMAtrice” organizzato dall’Ordine e dalla Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri di Rieti.

L’evento, che ha conciso per il nostro Ordine Professionale con la ricorrenza del centenario dell’istituzione dell’Albo degli Ingegneri, è nato dalla volontà di affrontare un tema che ci coinvolge professionalmente oltre che a livello personale.

Partendo simbolicamente dal luogo in cui ha avuto inizio la tragica sequenza sismica del Centro Italia del 2016-2017, sono state illustrate le necessità e criticità del territorio, ponendo il focus sullo stato dell’arte, ma soprattutto sulla prospettiva della ricostruzione.

Il patrocininio e la partecipazione attiva del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, della Rete delle Professioni Tecniche, dell’Azienda Sanitaria Locale, dell’Università La Sapienza e degli Ordini e Collegi professionali della Provincia di Rieti nonché del Comune di Amatrice e della Regione Lazio, hanno permesso di approfondire i temi della programmazione strategica ed operativa, della progettazione in ambito sismico e della gestione del rischio e delle situazioni emergenziali.

L’impegno preso è quello di proseguire nella promozione e collaborazione fra tutti gli attori presenti per finalizzare l’innovazione tecnologica e lo sviluppo sostenibile dei territori colpiti dal sisma, utilizzando al meglio le forme di sostegno economico e le agevolazioni fiscali oggi disponibili. L’obiettivo è quello di creare e mettere a sistema un know how multidisclinare e condiviso che assicuri una ricostruzione solida e duratura, in grado di garantire la sicurezza degli abitanti e di chi vive il territorio e la ripresa delle attività economiche delle comunità colpite.

La responsabilità che deriva dalle conoscenze e competenze acquisite, individua gli ingegneri tra i protagonisti di uno scenario che sta vivendo una nuova fase di sviluppo. La possibilità di garantire una vita  “sine cura” alle persone si rispecchia infatti in una corretta ed attenta progettazione, alla realizzazione degli edifici e strutture, ma anche nella progettazione di reti dati, di sistemi di intelligenza artificiale e nella ottimale gestione delle infrastrutture ed elettromedicali presenti nelle strutture ospedaliere e di emergenza.

La presenza poi del Commissario alla Ricostruzione Senatore Guido Castelli e dell’Assessore alla Regione Lazio Arch. Manuela Rinaldi è stata l’occasione per mettere meglio a fuoco le problematiche  e le soluzioni per dare nuova spinta alla ricostruzione della Città di Amatrice attualizzando le risorse economiche anche in riferimento ad una visione più organica e strategica di ricostruzione post sisma.

Pensiamo, con questo Seminario, di aver riportato l’attenzione sulla ricostruzione di Amatrice e dei comuni limitrofi dopo anni di una esposizione mediatica che aveva portato gli stessi al centro dell’attenzione non solo nazionale, ma anche mondiale.

Riteniamo sia il tempo della concretezza e come ingegneri abbiamo l’obbligo di contribuire come corpo intermedio tra le Istituzioni e i cittadini che usufruiscono delle nostre attività professionali.

É questo il nostro impegno e questa la mission che ereditiamo da chi volle istituire cento anni anni fa l’Albo degli Ingegneri.

Il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Rieti

Ing. Lia Tozzi

Il Presidente della Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Rieti

Ing. Vitaliano Pascasi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi