I “segreti” di Teatro Alchemico

Feb 24, 2015 | Cultura e Spettacolo | 0 commenti

di Elisabetta Faraglia

Scopriamo alcuni piccoli “segreti” che si celano dietro uno spettacolo di Teatro Alchemico. Solo alcuni, gli altri sono segreti senza virgolette e rimangono nel più prolifico silenzio. Questi “segreti” confluiscono tutti all’interno di un lavoro: il traning che può esssere di gruppo o individuale. Il lavoro che unisce tutta la compagnia (training di gruppo) è quello sulla danza del vento, appresa dall’incontro con l’attore argentino Guillermo Angelelli (appartenente al Ponte dei Venti, gruppo di ricerca ideato e coordinato dalla maestra dell’Odin Theatre, Iben Nagel Rasmussen) praticata e sviluppata anni prima della nascita di Teatro Alchemico, con la collaborazione del Rogo Teatro. La danza del vento è tecnicamente caratterizzata da movimenti che inondano tutto lo spazio e dalla regola del rispetto di un ritmo comune, un 3/4 scandito con passi e respiro non silenzioso. Diversi sono gli esercizi durante la danza: modulazione dell’energia (creatrice/distruttrice), lanci di energie tra attori, esercizi per la voce e canti, acrobatica, giocoleria. Ognuno sviluppa singolarmente le evoluzioni della danza, sempre contemporaneamente al gruppo, senza uscire dal tempo scandito dai respiri. La danza del vento è essenzialmente eseguita nei momenti di lavoro di gruppo, e quindi sessioni di prove e di costruzione degli spettacoli o delle performance, o nelle fasi laboratoriali (una specie di rito che va ad unire), o nelle sessioni di training e scambi con altri gruppi. Ma oltre al gruppo esiste anche la dimensione del singolo, ragion per cui ogni attore della compagnia affronta sul proprio corpo un lavoro quotidiano (training individuale) su una disciplina specifica: la danza classica indiana, l’acrobatica, la giocoleria, l’equilibrismo.
Altro discorso è quello riferito alla danza classica indiana in stile Odissi, studiata a L’Aquila con Cristiana Alfonsetti (attrice e danzatrice aquilana della scuola di danza TiresiaLab) dal 2009, e approfondita attraverso viaggi studio a Delhi, presso la Guru Aloka Panikar. In questo caso viene praticata nel più piccolo e pratico spazio di casa, seguendo le ferree regole di
una disciplina di danza classica, attraverso lo studio parsimonioso di posizioni, esercizi, passi, brevi coreografie e danze, senza tralasciare la teoria (mudra e viniyoga, e solfeggio delle coreografie). La danza Odissi permette di plasmare, modificare, modulare, controllare, dissociare, il proprio corpo: a prima vista si nota subito la parte inferiore più forte e quella superiore più morbida. L’elemento che contraddistingue questo tipo di danza è il contrasto: la struttura rigida consente il movimento, lo studio e la sperimentazione di posizioni, passi ed equilibri particolari, nei quali hanno importanza il ritmo e la recitazione (teatro e danza in molte regioni orientali sono la stessa cosa).
E tutto questo lavoro ha un principio fondamentale che spetta all’attore al timone di una ricerca filologica e alla sua capacità di osservare una disciplina millenaria senza modificarla, praticarla con cura e costanza, altrimenti cambia.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi